10 consigli per realizzare un video aziendale di successo

10 consigli per realizzare un video aziendale di successo

Un video aziendale è uno strumento di marketing importante, ma perché non sia uno spreco di risorse e tempo bisogna seguire qualche regola aurea per improntare uno strumento comunicativo ed efficiente, che coinvolga e che lasci passare un messaggio chiaro. Il video aziendale è uno strumento di comunicazione che può fare più di mille pubblicità classiche, ma bisogna sfruttarlo al meglio e sotto questo punto di vista rivolgersi a degli esperti diventa indispensabile se non si ha esperienza in materia.

Ma come fare un video aziendale che funziona? Ecco 10 consigli.

  1. Chiarisci l’argomento. Il tuo video deve avere un obbiettivo ed una narrazione: bisogna sempre tenere conto del fatto che l’attenzione è una risorsa che si esaurisce molto rapidamente, quindi bisogna saper andare dritti al punto, senza tenere troppo in sospeso lo spettatore.
  2. Definisci il target. A chi stai comunicando? Ogni target è diverso e richiede delle strategie di comunicazioni non banali e non piatte. Abbi cura di studiare con dei professionisti il modello di comunicazione per il target.
  3. Coinvolgi nei primi 8 secondi. Sempre connesso al punto precedente: i primi otto secondi sono molto importanti, in questo breve lasso di tempo bisogna riuscire a catturare l’attenzione dello spettatore. Si hanno pochi secondi a disposizione ma se il video è buono, 8 secondi sono più che sufficienti. In genere poi, per quanto riguarda la lunghezza, un buon video va dai due minuti ad un massimo di cinque minuti.
  4. L’attenzione va manutenuta alta. Come? Con una narrazione efficace, e con testi in sovrimpressione, effetti zoom e audio buono. Le pause vanno limitate al massimo, ricordate che mantenere l’attenzione è davvero di massima importanza.
  5. Integrare il marchio con discrezione. La scelta di come e quando integrare il marchio dipende da tante variabili, in linea di massima sarebbe meglio evitare di focalizzare diversi secondi solo sul brand. Potete optare per l’inserimento del logo nella parte bassa del video, o integrarlo, con discrezione, all’interno del contenuto.
  6. La call to action deve essere chiara. Non ci devono essere fraintendimenti sul messaggio che lanci al cliente, quindi lo spettatore deve avere ben chiara quale sia la call to action contenuta nel tuo video. L’informazione deve essere precisa e concisa.
  7. No all’auto-referenzialità. Tutti sono orgogliosi di fare un buon lavoro, ma attenzione a non essere eccessivamente auto-referenziali oppure lo spettatore potrebbe esserne infastidito.
  8. Precisione tecnica. Per ottenere precisione tecnica, è necessario rivolgersi a degli esperti: bisogna avere tutta l’attrezzatura necessaria per il tipo di video, la luce giusta e ovviamente l’audio deve essere perfetto. Non importa quanto buona sia l’idea o la sceneggiatura: un pessimo audio potrà davvero rovinare l’effetto complessivo del video aziendale.
  9. Il montaggio professionale. Utilizza programmi idonei, come Première, e Final Cut.
  10. Affidati a professionisti. Si tratta della regola d’oro se si vuole che il video spieghi veramente i suoi effetti, se si vuole che sia impeccabile anche sotto il punto di vista tecnico, dato che anche la tecnica è comunicazione.